Tag

, ,

La maestra cubo*

Seminario
sulla elaborazione creativa
dei contenuti didattici,
molto pratico e diretto
e per forza anche teorico
per insegnanti, educatori
e chiunque si dedichi
alla relazione di insegnamento / apprendimento (genitori inclusi)

Dal 1° al 7 settembre 2012
presso il teatro Trebbo di Milano, via De Amicis 17

Il lavoro si articola su complessive 20 ore con il seguente calendario**:

sabato 1: ore 10.30/15.30 (con un’ora di pausa)
da lunedì 3 a venerdì 7: ore 17.00/20.00

Iscrizione: euro 180 da versare entro il 24 agosto 2012***
a mezzo bonifico intestato a C.R.C. Il Trebbo
con causale “iscrizione seminario Maestra Cubo”
Iban: IT22N 06230 09487 000046222454
Solo l’effettivo versamento del bonifico certifica l’avvenuta iscrizione al seminario.
Ogni altra comunicazione non darà titolo alla partecipazione.
*** Alle prime sei iscrizioni viene applicata la quota ridotta di 130 euro.

Sono previsti massimo 12 partecipanti.

__[]_________________________________________________________________

Su cosa si lavora in questo seminario?
Sul processo di elaborazione creativa dei contenuti didattici oggetto della relazione di insegnamento/apprendimento.

  • Dato un tema come selezionarne gli elementi più significativi?
  • Come trasformarli attraverso la narrazione, la creazione di giochi e di attività espressive?
  • Come dare un senso alle nozioni perché diventino significative e memorabili?
  • Come mettere in relazione nozioni astratte con il vissuto quotidiano?
  • Come usare delle domande presenti negli studenti per orientare il percorso narrativo?
  • A cosa serve teatralizzare la narrazione, sia del docente che degli studenti?
  • Perché ogni narrazione didattica contiente implcitamente anche una proposta educativa?
  • Mettersi in gioco, ascoltare, cercare lo stupore, perseguire il coinvolgimento, gestire l’ansia da performance e altre gemme pedagogiche.

Eccetera eccetera…

Come?

Con l’individuazione del tema didattico
Con la selezione degli spunti più rilevanti (per gli studenti); perchė meglio poco ma bello che tanto ma senza senso;
Con la ricerca delle relazioni tra le informazioni selezionate e il vissuto e presente degli studenti;
Con l’elaborazione creativa dei contenuti attraverso diversi strumenti: la teatralizzazione, l’invenzione di giochi simbolici, la narrazione, la manipolazione, la raffigurazione ecc;
Con la cura di approntare un’esperienza, dunque un fare, un essere coinvolti, un appartenere reciproco tra individuo e sapere;
Con la preparazione di un percorso organico tra le proposte ipotizzate;
Con la verifica della sua fattibilità: materiali, spazi, tempi, costi;

La modalità di ideazione di una lezione-spettacolo interattiva come quelle proposte dal Trebbo, l’elaborazione di un percorso didattico museale, le proposte per un laboratorio scolastico, saranno i casi concreti in cui applicare queste qualità della proposta creativa.

__[]_________________________________________________________________

Maggiori informazioni:

Maggiori informazioni sul seminario possono essere richieste contattandoci a lasaladeitanti@gmail.com

Ma molto si può intuire sfogliando le pagine del blog dell’associazione: lasaladeitanti.wordpress.com

__[]_________________________________________________________________

Il seminario è ideato da Marcella Bassanesi e Oliviero Grimaldi
e condotto da Oliviero Grimaldi

Oliviero Grimaldi, oltre a essere uno dei fondatori dell’associazione la sala dei tanti, è responsabile dei progetti didattici del teatro Trebbo di Milano e membro del laboratorio interdisciplinare del Conservatorio “G. Verdi” di Milano.
Dal 2000 al 2006 ha condotto i laboratori teatrali per ragazzi del teatro Franco Parenti di Milano, è stato conduttore in progetti educativi e di diasagio psico-sociale.
Prima ha insegnato progettazione visiva al Politecnico di Milano e in scuole di specializzazione.
Prima andava in bicicletta e giocava con i tappi di bottiglia…

Tornando agli anni recenti:

  • “La sQuola” lezione-spettacolo su Gianni Rodari;
  • animazioni didattiche presso le sezioni egizia, greca e romana del Civico Museo Archeologico di Milano;
  • “Il Carnevale degli animali” concerto animato per bambini su Camille Saint-Saens
  • “Capisco un cubo!” laboratorio ludico-didattico sulla geometria
  • “Acquà” percorsi didattici sulla risorsa acqua
  • “Il re delle scimmie”, favole dell’India e dell’Incanto
  • “Carlo Magna” il Medioevo riscritto nel Novecento, lezione con arte per le scuole superiori
  • “Ramayana, Sita remix”, esplorazione letteraria nel mito indiano
  • “All that Giazz” progetto didattico per il Museo dell’Antartide di Genova
  • “O la corsa o la vita” spettacolo sul mito della velocità per la Polizia Locale di Milano

__[]_________________________________________________________________

Bibliografia

Le amplie bibliografie spesso vogliono dare maggiore autorevolezza ai concetti espressi. Non è questo il caso. L’oggetto del seminario è l’ideazione di soluzioni  concrete su argomenti didattici. Quindi l’elaborazione teorica verrà usata strettamente all’interno del processo creativo.
Un solo libro che contiene molti dei principi che guidano la ricerca è “L’organizzazione efficace dell’apprendimento” di Rosario Mazzeo, Erickson, 2006 (non facile da trovare, ma ordinabile).
Un altro ottimo testo che descrive i principi primi, o i fini ultimi, che si dovrebbero perseguire con un progetto educativo e a cui ispirare ogni pratica di insegnamento, è “Liberi di imparare”, di Francesco Codello e Irene Stella, Terra Nuova Edizioni, 2011.

__[]_________________________________________________________________

* la maestra cubo è un gioco realizzato in occasione dell’attività didattica svolta presso la sezione egizia del museo archeologico di Milano. Di questa, come di molte altre invenzioni, parleremo durante il seminario.

.

.

Annunci