E’ morto James Hillman, un grande pensatore umanista.

Il suo lavoro a cavallo (o oltre) discipline differenti quali la psicologia, l’antropologia culturale, la filosofia e la sua ricerca sui racconti mitici che colorano le nostre vite (ne siamo consapevoli o no), ha sempre fornito molte riflessioni e strumenti progettuali a chi fa il nostro lavoro.

La teatralità, soprattutto quando si declina a progetti espressivi ed educativi, attinge a piene mani al patrimonio culturale delle piccole e grandi narrazioni, delle figure archetipe, delle immagini simboliche, sempre in straordinaria corrispondenza con il sentire profondo degli individui, a iniziare dai bambini.

James Hillman è una grande guida per esplorare questo straordinario mondo e alla sua intelligenza e creatività, spesso poco ortodossa rispetto alle tradizioni disciplinari, va reso omaggio.

__[]____________________________________________________________
L’articolo di Umberto Galimberti pubblicato su Repubblica del 28 ottobre 2011

__[]____________________________________________________________
Qui una bella intervista, sul sito del giornalista Scott London, che dice molto sul pensiero di Hillman

 __[]____________________________________________________________
Qui un altro bel documento, questa volta video, a opera di Silvia Ronchey

 __[]____________________________________________________________

Annunci